Quanti giorni stare a Copenaghen

Quanti giorni stare a Copenaghen?

La durata del vostro viaggio a Copenaghen dipende da tanti fattori e la scelta sarà frutto di valutazioni accurate che riguardano tanti aspetti.

Innanzitutto, visto che a Copenaghen i prezzi medi sono abbastanza elevati, la durata del soggiorno potrebbe risentire del budget che avete idealmente preventivato.

Inoltre, l’arco di tempo adatto deve tenere conto delle aspettative che nutrite sulla vacanza. Ciò significa mettere in pratica le vostre intenzioni di visitare anche i luoghi limitrofi oppure restare in centro, di spostarvi con i mezzi oppure solo a piedi, di preferire la città oppure organizzare qualche itinerario al mare o in campagna.

L’organizzazione del viaggio dipende molto dalle passioni che avete e che vi permettono di selezionare quegli elementi che, per voi, sono imperdibili nel corso del viaggio a Copenaghen.

In linea generale, la durata del soggiorno dipenderà anche dal periodo dell’anno scelto per la partenza.

Se è la prima volta che vi recate a Copenaghen, che a confronto con le altre capitali europee ha dimensioni molto più ristrette e raccolte, pensiamo che una durata complessiva di 5 giorni sia più che sufficiente per tentare di cogliere l’essenza della città simbolo della Danimarca.

Cosa fare in 5 giorni a Copenaghen

I cinque giorni da noi suggeriti sono anche in linea con la durata della Copenaghen Card che, dal momento dell’attivazione, ha una validità complessiva di 120 ore, se sceglierete questa durata.

Grazie alla card, prenotabile online e da ritirare all’arrivo in aeroporto potrete spostarvi in modo illimitato su tutti i mezzi pubblici, avrete l’accesso gratuito ad oltre 85 attrazioni e musei e potrete beneficiare anche di sconti in locali e ristoranti convenzionati.

In questo senso, in 5 giorni avrete tutto il tempo per ottimizzare il costo della singola card che è pari a 133 euro per gli adulti e 67 euro per i bambini.

Inoltre, ogni adulto che acquista una card potrà estendere i benefici gratuitamente ad un massimo di due bambini, di età inferiore a 10 anni.

La card è un’ottima idea, anche perché offre la possibilità di prenotare una visita guidata per la città, ottenendo un largo sconto. Infatti, l’ottimizzazione del tempo disponibile è di fondamentale importanza nell’organizzazione del vostro viaggio.

Pianificare percorsi e attività, incastrare orari per riuscire a sfruttare al massimo le vostre opportunità di scoprire Copenaghen, passano di sicuro per la scelta di un tour guidato, consigliato soprattutto se siete viaggiatori poco esperti.

Il vostro tour dovrà ricomprendere i posti storici che rappresentano i simboli della città, senza trascurare il tour gastronomico, per meglio calarsi nella cultura del luogo e nelle abitudini dei danesi. Pertanto, ecco il programma dei giorni che vi suggeriamo.

1° giorno: la passeggiata al centro storico

itinerario 1° giorno a Copenaghen
Nyhavn

Una volta atterrati grazie alla Copenaghen Card, che offre il trasferimento gratuito da e per l’aeroporto, potrete raggiungere in treno in una decina di minuti la stazione centrale. Dopo aver lasciato i bagagli in hotel potrete iniziare ad esplorare il cuore della città, percorrendo una delle più belle passeggiate pedonali della Danimarca.

Il vostro tour partirà da Nyhavn, l’antico porto sul canale più famoso di tutto il Paese. Ecco che potrete ammirare i tipici edifici colorati con i tetti spioventi, che conservano un fascino difficile da descrivere.

Si tratta di case storiche, i cui piani terra sono stati oggetto di ristrutturazioni per diventare locali caratteristici che, nella bella stagione, fanno la felicità dei turisti.

I locali, oltre ad offrire il meglio del food and beverage danese, permettono di godere di una vista e di un’atmosfera unica sul porto dove sono ormeggiati velieri risalenti al secolo scorso, grazie alle accoglienti strutture esterne.

Il centro è molto vivo, tanto che nella bella stagione è il luogo preferito dagli artisti che organizzano mostre estemporanee, mentre d’inverno è qui che ha sede la pista di pattinaggio sul ghiaccio.

A questo punto vi potrete spostare facilmente verso la via pedonale più lunga e famosa dedicata allo shopping, la Strøget.

Appena avrete terminato la vostra esplorazione sarà già ora di cercare un bel posticino per una meritata cena tipica. In questa zona, potrete trovare sia fast-food che ristoranti chic, per ogni gusto ed esigenza.

2° giorno: l’escursione in barca sui canali

Tour nei canali Copenaghen

Il secondo giorno è perfetto per scoprire la città dal mare, scegliendo una delle numerose minicrociere che vi faranno visitare Copenaghen da un altro punto di vista.

È consigliabile scegliere un tour organizzato con guida turistica, per non perdervi davvero nulla, in partenza da Nyhavn.

La vostra escursione inizierà con l’incontrare la famosa Sirenetta, che si trova nell’imboccatura del porto e che è il simbolo della città. La protagonista letteraria della favola di Andersen è rappresentata da una statua adagiata su uno scoglio, che veglia sull’orizzonte da più di cento anni.

Durante la navigazione potrete ammirare monumenti ricchi di storia come il Palazzo di Amalienborg, residenza della famiglia reale danese, il Palazzo di Christiansborg, sede del Parlamento danese, i maggiori centri finanziari, come la Central Bank e l’ex Borsa Valori di Copenaghen, e molto altro.

3° giorno: i giardini di Tivoli

Giardini di Tivoli
Giardini di Tivoli

Vi consigliamo di dedicare un’intera giornata ai giardini di Tivoli, che si trovano in fondo alla via dello shopping e sono raggiungibili con i mezzi pubblici oppure anche a piedi. Meta imperdibile per grandi e piccoli, i giardini non sono solo un tripudio di verde e natura.

Infatti, all’interno si trova un parco giochi tra cui spicca la ruota panoramica e l’ottovolante e spazi dedicati per spettacoli di qualunque genere.

Ai giardini troverete tutto ciò di cui avrete bisogno per una giornata di svago che vi farà entrare in contatto con i danesi e con il loro modo di vivere. Inoltre, all’interno del meraviglioso parco ci sono numerosi ristoranti, che offrono piatti di ogni genere.

Da visitare assolutamente, quindi, per immergersi in un’altra epoca essendo uno dei parchi più antichi d’Europa, che cambia tema e aspetto a seconda della stagione e delle festività.

4° giorno: musei, gallerie e palazzi

Itinerario 4° giorno a Copenaghen
Christiansborg Palace

Il giorno della vostra partenza si avvicina e, pertanto, dovete assolutamente visitare il quartiere di Christiania, creato nel 1971 per offrire un’alternativa alla Copenaghen borghese, pulita e ordinata.

Trova origine da un movimento popolare di alcuni residenti che occuparono il quartiere e lo proclamarono libero da tutte le regole, tasse comprese. Oggi conserva un certo fascino e offre dimora ancora a molte persone.

Prima di far ritorno in centro, vi consigliamo di fermarvi all’isola del Castello, o Slotsholmen, dove si trovano i palazzi governativi, ministeri, la Biblioteca Reale e il palazzo di Christiansborg, sede del parlamento.

Si segnala, inoltre, la Galleria Nazionale di Danimarca, che custodisce opere di artisti dal 1400 ad oggi e il Museo Nazionale, per scoprire arte e storia.

5° giorno: l’escursione fuori città

Itinerario 5° giorno a Copenaghen
Castello di Frederiksborg, Hillerod

A questo punto, potete valutare l’idea di spostarvi fuori città, a circa 30 chilometri di distanza, e raggiungere Hillerod. Potrete, così, ammirare il Castello di Frederiksborg. Edificato nel XVII secolo, fu distrutto nel 1859 da un incendio.

Venne fedelmente ricostruito identico all’originale e, nel 1882, divenne il Museo di storia naturale, in cui è esposta la più grande collezione di ritratti. Ora siete pronti per ripartire e, ne siamo certi, porterete con voi l’anima di Copenaghen.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 4,50 out of 5)
Loading...
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *