Billund Danimarca

Visitare Billund da Copenaghen

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 29 Maggio 2019

Billund è una cittadina danese a sud della nazione, posizionata al centro della penisola dello Jutland (Jylland).

L’attrazione principale di Billund è sicuramente Legoland, il parco a tema Lego fondato alla fine degli anni ’60, ma anche se non siete appassionati di giocattoli apprezzerete questa città per le attrazioni culturali che propone, come il Parco delle Sculture, e per la sua architettura particolare, una commistione tra la tradizione architettonica danese e i design urbani più moderni.

Se viaggiate con i bambini, oltre al Legoland sarà obbligatoria una tappa a Lalandia, zona di villeggiatura che ospita il parco acquatico più grande d’Europa: 10000 metri quadrati di divertimento.

Quanto dista e come arrivare

Billund è comodamente raggiungibile dall’Italia con l’aereo, dato che ospita il secondo aeroporto danese per estensione: i voli, anche low-cost, partono da Alghero, Milano Orio al Serio, Pisa, Roma Ciampino, Trapani e Treviso.

Dall’aeroporto, un comodo bus-navetta permette di raggiungere il centro della città in pochi minuti.

Se invece vi trovate già a Copenaghen, avete più opzioni per raggiungere Billund:

  • L’aereo;
  • Il treno, che impiega circa tre ore, fermandovi alla stazione di Vejle e poi prendendo il bus fino al centro di Billund;
  • Il bus, ad esempio con la linea 444;
  • L’auto (tenendo conto che si passa per il ponte Storebælt, che prevede un pedaggio).

Considerati i costi rapportati alla durata del viaggio, l’opzione più conveniente è probabilmente il volo in aereo. Altrimenti, se siete interessati semplicemente a visitare Legoland, ci sono delle offerte di bus e ingresso da Copenaghen.

Vale la pena andare a Billund?

Billund è tappa imprescindibile se siete in vacanza in Danimarca, soprattutto per le famiglie con bambini.

Oltre alle attrazioni che la città propone, è possibile visitare alcune città limitrofe come Vejle, Kolding, Ribe (la più antica città danese) e Jelling, zona ricca di monumenti vichinghi e affascinanti realtà naturalistiche.

Il centro della città di Billung invece è interessante per la sua architettura, tradizionalmente danese, molto distante dalla cosmopolita Copenaghen, se pur comunque improntata alla modernità e al futuro.

Quanti giorni stare?

Se scegliete di visitare Billung da Copenaghen, la durata ideale del vostro soggiorno è un weekend intero, anche se ovviamente tutto dipende dai vostri interessi: ad esempio, se viaggiate con i più piccoli, vorrete passare più tempo a Legoland (alcuni ci trascorrono addirittura 2 giorni di fila!), e potete dedicare alla visita della città una giornata intera.

Inoltre anche i dintorni di Billung sono degni di nota, per cui se avete intenzione di farvi un salto, allora saranno necessari anche cinque giorni di soggiorno.

Cosa vedere

Lalandia Billund
Lalandia

Passeggiare per le vie di Billund è un piacere: le strade sono molto larghe, e costellate di sculture moderne o sculture in Lego, che riprendono due delle principali attrazioni.

La città offre numerosi ristoranti a prezzi abbordabili, e i suoi edifici sono piccoli gioielli: la chiesa della città, in particolare, è un esempio eccellente dei tipici luoghi di culto danesi costruiti in stile moderno.

Legoland

Legoland è sicuramente l’attrazione principale di questa città: anche se non siete fan sfegatati dei famosi giocattoli in plastica, la visita al parco tematico non vi lascerà delusi: fondato nel 1968, dalla sua apertura richiama ogni anno milioni di visitatori l’anno, tant’è che se prevedete di visitarlo in alta stagione è consigliabile prenotare con largo anticipo.

I LEGO nascono proprio a Billund nei primi anni ’30, dove Ole Kirk Christiansen inizia a costruire i primi Lego in legno. Il nome “Lego” deriva dall’espressione danese leg godt, che significa “gioca bene”.

Fu dalla fine degli anni ’40 che l’azienda iniziò ad impiegare la plastica per produrre gli iconici mattoncini, che da quel momento divennero popolari in tutto il mondo.

Il primo Legoland venne in realtà costruito nel ’49 accanto alla fabbrica, ma fu nel ’68 che grazie al figlio di Ole, Godtfred, che questo raggiunse il massimo della notorietà.

Oggi vanta ben 45 ettari di espansione, mentre nel corso dei decenni sono stati aperti altri 5 Legoland in tutto il mondo, tre in Europa, due negli Stati Uniti e uno in Malesia.

All’interno del parco si trovano sottoaree tematiche, tutte costruite in Lego. Primo fra tutte Mini land, il cuore di Legoland, con i suoi monumenti provenienti dalla Danimarca e dal resto del mondo: visitate una piccola Copenaghen in miniatura fatta tutta di mattoncini, fotografate la Statua della Libertà oppure incontrate la giraffa a grandezza naturale!

Duplo Land, dedicato ai bimbi fino ai 6 anni. Ma anche Pirate Land, Lego City, Polar Land, Legoredo Land: ognuno di questi parchi prende spunto da diverse zone del mondo o epoche della nostra storia.

Alcuni di questi prevedono avventure e missioni per i più piccoli: spegnete incendi con i pompieri a Lego City, imparare a guidare una macchinina a Duplo Land, o esplorate l’Antico Egitto ad Adventure Land. Quest’ultimo comprende anche le giostre!

Infine vi è anche un’area dedicata alla proiezione dei film del merchandise Lego: Imagination Zone, un cinema 4D da 600 posti pronto a stupirvi con i suoi effetti speciali!

Legoland ha anche i suoi punti di ristoro / fastfood service, ideali per un pranzo veloce o uno spuntino.

Il Parco delle Sculture

Sculpturepark Billund prevede una visita di almeno mezz’ora immersi nel verde, lungo sentieri punteggiati di sculture moderne e contemporanee. Alcune sono anche “interattive”, nel senso che invitano i bambini a giocarci come dei classici giochi da parco.

Potete comunque ammirarle passeggiando, facendo jogging, oppure approfittando per un pic nic distesi sul prato o appollaiati su una panchina, in completo relax.

Lalandia

Questo nome, che in realtà indica due centri vacanza, col tempo ha iniziato a riferirsi esclusivamente al parco di divertimenti acquatico ospitato dal complesso.

Lalandia è in realtà un complesso di ville private, che dànno accesso alle attrazioni acquatiche e non dell’intero complesso.

Affittando una villa, l’ingresso sarà gratuito: libero accesso al parco giochi, la pista di pattinaggio, la palestra, il bocciodromo, i ristoranti e soprattutto al Lalandia Aquadome, un’imponente cupola che garantisce un clima estivo per tutto l’anno. Il parco acquatico prevede scivoli, piscine e persino Jacuzzi.

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *