Palazzo di Christiansborg

Palazzo di Christiansborg

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 29 Maggio 2019

Informazioni rapide
10-17    |    3-4 ore    |    €21,50   |    a piedi o bus

Il Palazzo di Christiansborg (in danese Christiansborg Slot) si trova su una piccola isola chiamata Slotsholmen che in Danese sta a significare proprio “isola del Castello”. Il Palazzo di Christiansborg ha una lunghissima storia. Infatti, prima della costruzione dell’attuale struttura vi sono stati ben altri due castelli costruiti esattamente sullo stesso luogo.

Il primo castello sul sito fu il Castello di Absalon, costruito nel 1167 e chiamato così dal nome del suo fondatore, il vescovo Absalon di Roskilde. Il castello si trovava su un punto strategico della città da cui partiva il commercio verso le zone fluviali. Per questa ragione fu sempre fonte di scontri tra la Chiesa e la corona Danese.

Alla morte del vescovo Absalon, il castello fu spesso attaccato e infine demolito nel 1370 per favorire il commercio fluviale. Nonostante la demolizione, il territorio di Slotsholmen era ancora proprietà dei vescovi di Roskilde che non persero tempo a costruire un altro castello alla fine del quattordicesimo secolo.

Fu solo nel 1417 che il sovrano di Danimarca, Eric VII confiscò la proprietà alla Chiesa e decise di utilizzarla come principale residenza della corona Danese. Da quel momento in poi, il castello venne ricostruito diverse volte fino alla demolizione ufficiale nel 1731, data in cui venne iniziata la costruzione ufficiale del Palazzo di Christiansborg. Lo sviluppo di Christiansborg è avvenuto attraverso tre differenti fasi.

Il primo Christiansborg fu quello costruito come nuova residenza per il re Cristiano VI di Danimarca. La costruzione del magnifico nuovo palazzo iniziò nel 1733. Dal 1736 i giovani architetti Lauritz de Thurah e Nicolai Eigtved furono incaricati di progettare gli interni. Nel 1738 fu istituita una commissione per sorvegliare la costruzione.

I lavori sono progrediti lentamente a causa della mancanza di fondi e in diverse occasioni hanno minacciato di fermarsi completamente. Tuttavia, nel 1740 l’ala principale era parzialmente pronta per l’uso e Christian VI si stabilì in una grandiosa cerimonia il 26 novembre 1740.

Il 26 febbraio 1794, il Palazzo di Christiansborg fu devastato da un incendio che cominciò da una stufa surriscaldata vicino alla Grande Sala. La famiglia reale si spostò temporaneamente ad Amalienborg.

Il secondo Palazzo di Christiansborg fu una nuova residenza reale Danese dal 1803 al 1828. Il nuovo palazzo fu costruito dal maestro costruttore Christian Frederik Hansen. Quando il palazzo fu completato, il re Federico VI, che si era trovato a proprio agio nella sua residenza temporanea ad Amalienborg, decise che non voleva affatto vivere nel nuovo palazzo.

Christiansborg venne usato perciò solo per l’intrattenimento. Christiansborg divenne un punto focale per molti degli eventi che portarono alla transizione dalla monarchia assoluta alla democrazia nel 1849.

Dopo che numerose folle si erano radunate davanti al palazzo nel marzo 1848, la Costituzione di Danimarca fu adottata il 5 giugno 1849. Il re cedette alcune delle sue camere al nuovo parlamento, Rigsdagen, che dal gennaio 1850 ebbe sessioni nell’ala dove Folketinget si riunisce ancora oggi.

Sede del parlamento, del primo ministro e della suprema corte

L’attuale Christiansborg (chiamato anche Terzo Christiansborg) venne completato nel 1928 e adibito a sede del parlamento Danese (Folketinget) ospitante anche gli uffici del primo ministro e della suprema corte di Danimarca.

Alcune sezioni del palazzo, ad esempio le sale di rappresentanza, vengono tuttora usate dalla famiglia reale.

Cosa vedere: cos’è aperto al pubblico

Tra i principali punti turistici figurano le gloriose sale di ricevimento reali, le rovine dell’XI secolo e la cucina reale, che possono essere visitati separatamente o con un biglietto comune.

L’ingresso al palazzo, le gallerie pubbliche (solo durante i dibattiti parlamentari) e la torre sono gratuite.

Il parlamento Danese può essere visitato solo attraverso visite guidate prenotate con largo anticipo.

Gli interni

Palazzo di Christiansborg

Tra le sale principali da visitare, una delle più significative è sicuramente la Sala del Trono.

Qui la Regina riceve re, presidenti e ambasciatori, ogni volta che ci sono visite di stato, cene di gala o banchetti di Capodanno presso il palazzo. La Regina accoglie i suoi ospiti in una stanza di pilastri in marmo e rivestimenti in verde e seta.

Sebbene la Regina non usi i troni, essi rimangono una reliquia storica del periodo della monarchia assoluta (1660-1848). Il trono del re è adornato con due leoni d’oro e il trono della regina presenta due mitiche creature dorate chiamate grifoni.

I troni furono quasi persi quando il palazzo andò in fiamme nel 1884, ma fortunatamente furono salvati appena in tempo.

Un’altra imperdibile sezione del palazzo è la Great Hall (Grande Sala). Considerata il cuore del palazzo, questa è il principale luogo di ricevimento per le cene di gala della Regina, visite statali ed eventi serali. La sala misura 40 metri di lunghezza, 14 metri di larghezza e 10 metri di altezza ed è il luogo più grande del palazzo capace di ospitare fino a 400 ospiti.

Informazioni pratiche

Dove mangiare nelle vicinanze

L’area di Christiansborg è piena di ristoranti e caffè tipici dove è possibile gustare il meglio della cucina locale.

Tra i più unici è consigliato Restaurant Tårnet (o Tower Restaurant), il ristorante situato all’interno della torre del palazzo di Christiansborg.

Qui, oltre che avere una magnifica vista della città, potrete assaggiare i piatti tradizionali della cucina Danese. La prenotazione è obbligatoria.

Se si vuole optare per qualcosa di più semplice ma pur sempre di qualità Kanal-Caféen, situato vicino i canali, serve piatti tipici Danesi a prezzi ragionevoli e in un posto davvero tradizionale.

Dove si trova e come arrivare

Il Palazzo di Christiansborg è situato a Prins Jørgens Gård a pochi passi dalla maggior parte degli hotel e da altre attrazioni turistiche.

Il palazzo ha cinque ingressi principali poiché è possibile visitare i suoi interni con un unico biglietto o separatamente.

Per accedere alle sale di ricevimento reali è meglio utilizzare l’ingresso da Prins Jørgens Gård o cortile interno del palazzo che conduce anche alle rovine.

Per visitare il Museo del Teatro è meglio utilizzare l’ingresso da Christiansborg Ridebane. Per quanto riguarda il Parlamento è meglio utilizzare l’ingresso da Rigsdagsgården.

Nell’area intorno a Christiansborg sono disponibili solo un numero limitato di posti auto, ad esempio in Slotsholmsgade e da Frederiksholms Kanal.

Christiansborg è raggiungibile con i bus: 1A, 2A, 26, 40, 66, 350S. Mentre le stazioni metro più vicine sono quelle di Kongens Nytorv o stazione di Nørreport.

Orari

Il Palazzo di Christiansborg ha differenti orari di visita a seconda della sezione che si sceglie di visitare.

I principali orari sono:

Le sale di ricevimento reali, la cucina reale, le rovine e le scuderie reali:

  • Da aprile a ottobre: tutti i giorni dalle 09:00 alle 17:00
  • Da novembre a marzo: da martedì a domenica dalle 10:00 alle 17:00 (chiuso il lunedì)

La cappella del palazzo:

  • 10:00 – 17:00 ogni domenica e tutto il mese di luglio.

Il Museo del Teatro:

  • Martedì – Domenica: 12:00 – 16:00

Il Parlamento Danese:

C’è libero accesso alle gallerie pubbliche durante i dibattiti parlamentari. Altrimenti, il Parlamento può essere visitato solo con una visita guidata. Le visite guidate possono essere prenotate presso il sito ufficiale

Prezzi dei biglietti

Il biglietto combinato per visitare le sale di ricevimento reali, la cucina reale, le rovine e le scuderie reali ha un costo di € 21.50 e validità di un mese. Bambini e ragazzi fino a 17 anni hanno diritto all’ingresso gratuito.

Si può eventualmente acquistare un biglietto separato per le singole aree il cui costo è:

  • Le sale di ricevimento reali (compresa la grande sala con gli arazzi) € 12.70
  • La cucina reale € 8
  • Rovine del castello € 8
  • Scuderie reali € 8
  • Cappella Reale – Ingresso gratuito

Risparmia con la Copenaghen Card
Copenaghen Card

Christiansborg è incluso nella Copenaghen Card, che include anche i mezzi pubblici e il trasferimento dall’aeroporto.


[gmw_nearby_locations object="posts" nearby="object" post_types="page" units="kilometers" results_count="4"]  

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *