Zoo di Copenaghen

Zoo di Copenaghen

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 29 Maggio 2019

Informazioni rapide
10-16/9-16    |    4 ore    |    €26   |    metro + bus

Membro dell’European Association of Zoos and Aquaria (EAZA), lo zoo di Copenaghen è tra i più antichi parchi zoologici d’Europa.

Fu fondato dall’ornitologo Niels Kjærbølling nel 1859, che ricevette dal direttorio di Copenaghen il giardino estivo del “Prinsess Vilhelmines Have” (Il giardino della principessa Vilhelmine).

All’epoca dell’inaugurazione, gli animali che i visitatori potevano ammirare erano soltanto aquile, galline, anatre, gufi, conigli, una volpe, una foca in una vasca da bagno e una tartaruga in un secchio.

Nei primi anni lo zoo si concentrò sul mostrare quanti più tipi diversi di animali possibile, ma poiché il benessere degli animali divenne in seguito un problema, il numero di specie diverse diminuì a favore di più spazio per ciascun animale.

Nel 1901 lo zoo aprì anche una discutibile area dedicata alla specie umana che ospitava circa 25 persone provenienti dall’India. Uomini, donne e bambini in una mostra in cui gli (all’epoca chiamati) “esotici” svolgevano la loro vita quotidiana in capanne di foglie di palma costruite nel mezzo dello zoo.

A partire dagli inizi degli anni ’80, lo Zoo di Copenaghen è stato sottoposto a una ristrutturazione volta a sostituire le gabbie con recinti che ricreassero gli ambienti naturali degli animali, offrendogli uno stile di vita migliore e un’esperienza più realistica per i visitatori.

Da questo rinnovamento vennero creati “The Elephant House” (la casa dell’elefante”) e “Savanna” (la Savana) che si estendevano per un’area di 1,5 ettari. La savana comprendeva anche una casa per gli ippopotami dove questi potevano essere osservati sott’acqua.

Lo zoo ha tuttora conservato molti di questi edifici storici. L’edificio più antico ancora in uso è una stalla per lo yak che fu costruito nel 1872 e ora ospita i cammelli Bactrian.

Vi è anche una casa per gli erbivori costruita nel 1875 che ora ospita i tapiri. Infine, una torre di gufi costruita nel 1885 è oggi un monumento commemorativo a ricordo di come venivano custoditi gli animali dello zoo.

Perché visitarlo

Nonostante le polemiche attribuite al concetto di “zoo”, lo zoo di Copenaghen è ormai lontano dal concetto di utilizzo degli animali per il solo scopo dell’intrattenimento turistico.

Visitarlo, soprattutto insieme ai bambini, ha una forte componente educativa e scientifica. Infatti, lo scopo principale dello zoo è quello di aumentare l’interesse del pubblico e la comprensione della natura e della sua diversità attraverso diverse esperienze.

Il parco zoologico partecipa inoltre alla conservazione delle specie animali contribuendo alla preservazione della diversità della natura. Ogni attività dello zoo è regolata e giustificata da esigenze scientifiche per questo si propone come uno dei principali mezzi per l’educazione scientifica giovanile.

Cosa non perdere

giraffe zoo copenaghen

Lo zoo è diviso in sei aree principali (più una settima area dedicata ai bambini) che dividono le parti del mondo a secondo delle loro condizioni geografiche e climatiche.

Nella sezione “Asia” (in Danese: Asien), i visitatori possono vedere le lontre dalle piccole unghie orientali, i panda rossi, i tapiri malesi, i leopardi dell’Amur e le tigri, elefanti asiatici e altri animali.

L’attrazione principale è la nuova “Elephant House”, inaugurata nel giugno 2008. Questa ospita elefanti asiatici e contiene altre aree dotate di una cupola di vetro in cui vi sono mucche, vitelli e tori. Gli animali dell’area asiatica possono essere osservati anche dai vicini giardini di Frederiksberg.

La maggior parte della sezione “Africa” ​​ (in Danese: Afrika) è occupata dall’area della Savana. Questo è un campo aperto con un ponte per i visitatori. Vi sono varie specie tra cui rinoceronti bianchi, giraffe, impala, antilopi, zebre etc.

Una delle zone più interessanti da visitare è la sezione “Tasmania” (in Danese: Tasmanien). La sezione è stata avviata dopo il matrimonio di Frederik, il principe ereditario di Danimarca e la nativa della Tasmania Mary Donaldson nel 2004, dove il governo della Tasmania ha regalato allo zoo quattro Diavoli della Tasmania.

Questi sono ancora oggi i primi animali di questo tipo a vivere fuori dall’Australia. Da allora, l’area è stata ampliata con un’area combinata per i Canguri grigi orientali e i vombati orsini comuni. Parti di questa area sono accessibili anche ai visitatori, consentendo a canguri e persone di incrociarsi.

Nella parte dello zoo chiamata “I Nordici” (in Danese: Norden), i visitatori possono vedere specie come le foche, i gufi innevati, le renne, i buoi muschiati, gli orsi bruni, le volpi artiche e anche i lupi grigi.

Una nuova sezione chiamata “l’anello artico” è stata inaugurata nel 2013. Questa include una mostra degli orsi polari (tra cui un tunnel che consente la vista subacquea) e una voliera per gli uccelli marini dell’Atlantico del Nord.

Infine, tra le ultime aree da visitare vi è lo “Zoo Tropicale” (in Danese: Tropezoo). Questo consiste in una sala adibita a foresta pluviale con una sezione per uccelli liberi, tartarughe e bradipi bicipiti e un’altra per farfalle tropicali e coccodrilli dell’Africa occidentale. Tra i due c’è una sezione per rettili, anfibi, pesci e il raro tragulo di Giava.

Informazioni pratiche

Dove si trova e come arrivare

Lo zoo di Copenaghen è situato a Roskildevej 32 nel quartiere di Frederiksberg. La stazione ferroviaria più vicina è la stazione di Valby. Da qui è possibile prendere l’autobus 4A fino allo svincolo Roskildevej / Søndre Fasanvej.

Se si arriva dalla Stazione Centrale, si può prendere la linea autobus 6A, che si ferma proprio all’ingresso principale dello ZOO. Dalla stazione di Valby, invece, si può prendere la linea 4A e scendere all’incrocio tra Roskildevej / Søndre Fasanvej.

Da Nyhavn, lo zoo è collegato con le linee metro M1 e M2 fino alla stazione “Fasanvej St” da lì bisogna procedere con l’autobus 4A fino a Roskildevej.

Prezzi dei biglietti

Un biglietto adulti ha il costo di circa €26; i bambini dai 3 agli 11 anni pagheranno un biglietto ridotto a €14.

Risparmia con la Copenaghen Card
Copenaghen Card

Lo Zoo di Copenaghen è incluso nella Copenaghen Card, che include anche i mezzi pubblici e il trasferimento dall’aeroporto.


[gmw_nearby_locations object="posts" nearby="object" post_types="page" units="kilometers" results_count="4"]  

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *