Palazzo di Frederiksberg

Palazzo di Frederiksberg

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 23 Maggio 2019

Il Palazzo di Frederiksberg – in lingua originale Frederiksberg Slot – è un palazzo immenso che ogni giorno attira tantissime persone. Eventi e installazioni uniche nel loro genere, in questa dimora regna il barocco con una vista sull’affascinante parco di Frederiksberg.

Vicino allo zoo di Copenaghen è un luogo sicuramente da mettere in agenda durante il proprio viaggio in questa deliziosa città.

Nonostante non si noti all’esterno, la sua cappella occupa il piano terra illuminata da tre finestroni immensi che regalano la luce tenue e delicata di Copenaghen. Un luogo che affascina e permette ai suoi visitatori di tornare una seconda volta – vista la possibilità di una passeggiata e delizia per i propri occhi.

Storia

Per capire dove sia nato questo palazzo, dobbiamo fare un piccolo salto all’indietro nel tempo sino al 1699 quando si decise di costruirlo. Ampliato successivamente nel 1735, il palazzo è stato utilizzato dalla famiglia reale come residenza estiva grazie alla sua ubicazione e vista sul parco.

Nel 1869 l’Accademia per Ufficiali dell’Esercito Danese ha preso sede proprio al suo interno, rendendolo rigoroso ed ancora più interessante.

Fedrico IV dopo un suo lungo viaggio in Italia, chiese al padre Cristiano V di poter dare vita ad una residenza estiva, che avesse come stile e influenza proprio le caratteristiche barocche dell’epoca per renderlo sempre vivo nel tempo – come fece. Il disegno originale del palazzo, seppur mai confermato, fu opera di Ernst Brandenburger ma completato dallo stesso Federico IV: il tutto doveva avere solo un unico piano.

Successivamente nel 1709 Johan Conrad Ernst gli diede un aspetto differente, ampliando il palazzo a forma di H e aggiungendo tre piani con uno stile di influenza italiana. Il terzo ampliamento aggiunse le ali laterali che incorniciavano il cortile.

Furono anni di grande successo per Federico V che mostrò questa sua opera d’arte a grandi nomi del passato, restando al suo interno sia da Principe e sia da Re. Alla morte del Re e della consorte Maria nel 1852, questo rimase completamente vuoto cadendo nell’abbandono più assoluto e perdendo tutto il suo fascino. Per fortuna nel 1868 venne dato al Ministero della Guerra con insiediamento dell’Accademia per Ufficiali.

Ci furono altri numerosi restauri per renderlo così come è possibile vederlo oggi nel 1932 e nel 1998.

Cosa fare

Una volta che si arriva dinanzi a questo palazzo immenso e scenograficamente di impatto, non si può che ammirare il parco di Frederiksberg, con i suoi giardini barocchi simmetrici con cascate e tigli che arricchiscono tutta la terrazza del palazzo stesso.

Un parco progettato nuovamente nel 1804 da un architetto, che volle una visione all’inglese e che contenesse tutto – come i laghetti, i fiori, i canali e tutti i sentieri a labirinto con aggiunta della casa estiva cinese e tempio di Apis.

Ogni evento è organizzato nei minimi dettagli, questo significa che si può sia visitare il palazzo al suo interno e sia partecipare a mostre, eventi, installazioni e ogni tipologia di organizzazione ad hoc del periodo.

Cosa è possibile visitare

Sia il palazzo e sia la cappella interna sono a disposizione dei loro visitatori, che rimangono affascinati delle decorazioni che fermano il tempo e trasportano in un’altra epoca.

Basta solamente alzare lo sguardo e in ogni stanza si trovano degli affreschi dipinti con le cornici in stucco, arrivando successivamente alla stanza da bagno creata in marmo e dal sapore antico.

Da non perdere una visita alla grande finestra posta sopra l’altare, donata al Re Di Danimarca per la piccola chiesetta interna: un’opera d’arte disegnata da uno degli scultori più importanti dell’epoca – John Thomas – e realizzata da maestri artigiani.

In molti si chiedono dove si trovi questa cappella, non essendo visibile dall’esterno: bisogna infatti sapere che venne edificata in un secondo momento, occupando spazio al piano terra dietro i finestroni centrali.

Viene utilizzata come chiesa parrocchiale ma è anche punto di interesse per tutti i turisti, che si soffermano ad ammirare la sua bellezza artistica. Tra le altre cose da vedere, c’è una piccola cucina denominata la “Princess’s Pancake Kitchen” nuovamente aperta al pubblico da poco tempo.

I tour organizzati interni possono essere di due tipologie, ovvero pubblico/singolo oppure di gruppo organizzato – con una durata ognuno di un’ora e mezza con una audio guida oppure con una guida in carne ed ossa, che racconta ogni dettaglio del palazzo esterno ed interno.

Informazioni pratiche

Dove si trova e come arrivare

Il palazzo di Frederiksberg si trova a Roskildevej 28 A, 2000 Frederiksberg

Raggiungibile comodamente in auto, con parcheggio sul cortile esterno, oppure con i mezzi pubblici Linea 6A fermata Zoo di Copenaghen

Orari

Gli orari vengono comunicati di volta in volta, in base all’evento specifico o al periodo di riferimento. Di norma il tour rivolto al pubblico si tiene dalle ore 11 alle 13, ma può subire variazioni.

Prezzi dei biglietti

I prezzi dei biglietti non variano a seconda del tour scelto:

  • Per ogni adulto c’è un costo pari a 100 DKK senza alcuna prenotazione
  • Per i gruppi l’importo è 1000 DKK complessivi – sempre 100 DKK a persona – per un massimo di dieci partecipanti. I tour possono essere composti anche da gruppi di 25 – previa prenotazione (lo staff prevede anche più gruppi nella stessa giornata).

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze


 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *